L’estate che verrà!

Posted on: 05/12/2019, by :

La “Quarto Savona 15”, l’auto di scorta di Giovanni Falcone che esplose a Capaci e dove morirono i poliziotti Montinaro, Dicillo, Schifani a Teramo, Pescara e Montesilvano.

Tante cose sono cambiate da quel tardo pomeriggio primaverile.
500 kg di tritolo hanno cambiato un’epoca e hanno acceso un fuoco di solidarietà che mai si sarebbe immaginato.
La strage di Capaci e subito dopo quella di via D’Amelio, sono state vili gesta che assieme all’uccisione di Aldo Moro, agli attentati in America nel 2001, hanno segnato la mia generazione.
Non è stata mai più la stessa estate per me.

Il ricordo del momento in cui ho appreso la notizia, in una di quelle giornate felici che fanno da preludio ad una bella stagione, mi accompagnano sempre.
In quelle Terre io ci lavorai l’anno prima per dodici mesi.
Uno dei luoghi più belli del nostro Continente.
Adoro la Sicilia e nulla mi farà cambiare idea su questa Terra che sa amarti e donarti amore a dispetto di quei quattro imbecilli che la vorrebbero tutta per se.


Rivedere nei scorsi giorni i resti dell’auto della scorta di Falcone e conoscere la storia di Tina Montinaro, moglie dell’agente Antonio Montinaro morto nell’attentato, è stata una di quelle emozioni da raccontare ai nipoti.
Fortunato sono con il mio lavoro; mi permette di documentare ed esprimere sentimenti attraverso l’arte fotografica.
Spero che ciò traspara dalla piccola selezione di istanti che hanno caratterizzato la mia tre giorni dietro la QUARTO SAVONA QUINDICI circondata sempre da tanta gioventù a rappresentanza del nostro presente e speranza del nostro futuro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: