Immagini e parole

by :
Progetto di versi ed immagini
in collaborazione con la Prof.ssa Rosanna Volpe.

13. La mia pelle si confonde con il tempo,
mentre il tuo odore, ora, si disperde nel vento.
La mia mano resta ferma sui ricordi,
mentre strappa via veli, segni e sogni irrisolti.

La mia pelle si confonde con il tempo,
mentre il tuo odore, ora, si disperde nel vento.
La mia mano resta ferma sui ricordi,
mentre strappa via veli, segni e sogni irrisolti.


E rimani vuota e nuda in quell’involucro di paglia
che brucia in un istante,
senza nuvole e montagne
a tracciare le distanze,
ma con un pugno di domande e il ricordo di una stanza.


Danziamo con il nostro opposto e
camminiamo con l’eterno scontro tra raziocinio ed inconscio.
Siamo schiuma sulla sabbia ed
istinti chiusi in gabbia.
Abbiamo infiniti colori ed
indossiamo solo certi valori.
Siamo pace e terra,
cielo e guerra.


Ho indossato per te calze nere, sere sole, ore intere, giochi matti, tacchi alti, tormente spente e danze lente. Ora, però, voglio solo la tua mente.


Si perde nell’indefinito candore,
che è ineffabile purezza,
l’incontenibile ebrezza
dell’esser solitari
tra le innumerevoli vette,
che, invano, sfiorano lari
mentre il battito del cuore travalica,
fugge e cerca ripari,
inseguito da una bianca eco
che avvolge ed inebria
l’incanto di un momento!


Paesaggi innaturali

Sconfinato ed eterno,
a te mi arrendo,
perché non so andare
oltre quel tuo limitare.
Rami sparsi e occhi arsi,
il mio divagare e il tuo sconfinare.
Non sono in grado di cercare risposte,
ma rifuggo quelle imposte.










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: