Eye contact

View this post on Instagram

Credo fermamente che alla base di un cambiamento positivo ci debba essere una giusta comunicazione ed una conseguente azione. Amo essere Mamma e amo coinvolgere mia Figlia in ciò che faccio ed in quello in cui credo. Non potrei mai parlare di inclusione senza renderla partecipe del mio percorso, senza parlarle della mia malattia, senza farle vedere quante possibilità differenti ci offre la vita. Ed eccoci qui a raccontarci le nostre emozioni in uno scatto rubato durante il servizio fotografico EYE CONTACT che parla di MODA INCLUSIVA. Aurora è al mio fianco come sempre. Anche qui la passione per le paillette prende il sopravvento anche se Aurora preferisce uno stile più Rock e sbarazzino mentre io ho scelto di vestire un'icona femminile: FREEDA @freeda I nostri outfit ci sono stati proposti da @AngelaBianchi di @angelabianchivirgoimage e sono stati creati per comunicare chi siamo ed in cosa crediamo, dimostrando che tutti … possiamo! Gli outfit sono stati forniti dal nostro super partner @dressyoucan che crede nell’abito che si adatta alla donna, e non viceversa. Ciò che indossiamo è alla portata di tutti: questi capi di lusso infatti, sono noleggiabili a prezzi accessibili. Il mio abito e l’outfit di Aurora sono di #HouseofMuaMua, le mie scarpe sono di @rossolatinoshoes , il makeup e l’ hair-style sono opera di @gozzisilvia Photo @photopalmieri Location @ese_milancampus #mammaefiglia❤️ #fashionmum #fashionworld #fashiondisability #mydaughterismyworld #modainclusivaparatodos #modaecomunicazione #inclusivefashion #fashioninclusion #beautyinclusion #inclusivebeauty #inclusione #diversitystyling #disabledfashion #diversity

A post shared by Elena Travaini (@elena_travaini_bd) on

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: