Meduza remix Concept video & Choreo: Daniela Cipollone

Urban Productions

John Legend – Wild (Meduza remix)

Concept video & Choreo: Daniela Cipollone
Jazz funk Choreo: Luigi Iemma

Riproduci video

da una idea di Daniela Cipollone

Starring

Simone Emili

Starring

Eleonora Iermano

Ballerini

Daniela Cipollone, Luigi Iemma, Federico Pietrucci, Federico Milan, Michele Verdicchio, Valerio Grelloni, Federica Borgogna, Klea Habibi, Sara Kasa, Anna Dordit, Vittoria Piscione, Alice Zucconi

Staff tecnico

Riprese e Montaggio: Carlos Creative

Make up: Eleonora Iermano e Daniela Vissani

Outfit: J.M. Creation

Calzature: Duca D’Ascalona

Fotografia: Cristian Palmieri

Location: SeeBay Hotel (Ancona)

I protagonisti

Daniela Cipollone

ELEONORA IERMANO

SIMONE EMILI

LUIGI IEMMA

Federico Pietrucci

FEDERICO MILAN

MICHELE VERDICCHIO

MICHELE GRELLONI

KLEA HABIBI

FEDERICA BORGOGNA

SARA KASA

ANNA DORDIT

ALICE ZUCCONI

KERRI MONTEMAGGIO

ELEONORA JACKSON

Immagini collegate:

Emozioni in musica, esce il libro

il libro del festival

Uscito a Natale 2020 il libro di Morgan Fascioli con l’introduzione di Silvio Brocco.
Progettato e coordinato dal giornalista Luca Maggitti ed il prezioso apporto di Paolo Di Vincenzo impaginato da Franco Fusilli.

EMOZIONI IN MUSICA

I fotografi

I contributi fotografici sono stati dei fotografi Cristian Palmieri, Mimmo Cusano e Andrea Cusano, Marco Cimorosi,  e Francesco Guerrieri.

Luca Maggitti

L’articolo del giornalista rosetano, che ha coordinato e progettato l’edizione del libro.

Immagini collegate:

Eyecontact per una moda più inclusiva

“Con il progetto EYECONTACT, ideato da ELENA TRAVAINI ballerina professionista, modella e lifecoach affetta da un raro tumore alla retina che le ha causato una visibile malformazione agli occhi ed una grave disabilità visiva, ed Angela Bianchi ,VirgoImage Milano consulente d’immagine, personal shopper e coordinatrice del Fashion and Luxury Culture Department del campus milanese della European school of Economics e supportato da Anthony Carollo, Alberto Boin e Debora Montoli attraverso ‘PROGETTO AUSUS’, vogliamo raccontarvi la nostra visione di una MODA più INCLUSIVA, che vestendo la persona ne metta in risalto le caratteristiche e ne esalti la personalità. Una moda che si adatta ad ogni fisicità e non viceversa. Una moda che scelga di raccontarsi attraverso una bellezza non standardizzata.”


VIDEOMAKER Ivan Bottelli
PHOTOGRAPHER Cristian Palmieri
HAIRSTYLIST & MAKE UP ARTIST Silvia Gozzi
LUXURYDRESS Dressyoucan
LUXURYSHOES Rosso Latino
BALOONDRESS DESIGNER Alessandra Londoni, Veronica Ranni
BALOONDRESS MODEL Silvia Stigliani
COLLABORATOR Nunzia Patruno, Barbara Santagostini, Adriana Granata
STAFF COMUNICATION Martino Garavaglia, Maria Lucia Caspani, Silvia Sperandio, Elena Broggini, Alessandro Andreozzo, Rosalia Codogni
LOCATION ESE MILANO EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS FASHION AND LUXURY CULTURE DEPARTMENT

 

Immagini collegate:

I gradini del cielo

Ti ho pensata e ti ho amata.

Mi sono seduto sui gradini del cielo e ti ho vista sorridere.

Ti sei spogliata davanti ai miei occhi.

Mi hai regalato le tue nudità, ma mi hai nascosto l’altra metà,
quella più intima, quella labirintica,
quella che rivela la tua natura e svela la tua paura.

Ti ho, allora, regalata al tempo e ho chiuso i miei occhi adoranti, pensandoti ancora, ma senza rimpianti.

Rosanna Volpe

Immagini collegate:

Incontro con Sami Modiano, superstite dell’Olocausto

“Gam-Gam-Gam Ki Elekh, Be-Beghe Tzalmavet, Lo-Lo-Lo Ira Ra, Ki Atta Immadì“

“Anche se andassi nella valle oscura non temerei alcun male,
perché Tu sei sempre con me“.

 Questa canzone è di
origine ebraica e durante la Shoah era intonata dai bambini che,

ignari della loro sorte, ma comunque spaventati, andavano a
morire nelle “docce” dei campi di sterminio.

PESCARA (Aurum ore 16) incontro con Sami Modiano, (superstite dell’Olocausto), Giovanni Canzio (Presidente emerito della Corte Costituzionale ) e molti altri, per riflettere sul razzismo montante a 80 anni dalle leggi razziali

Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche della 60ª Armata del
“1º Fronte ucraino” del maresciallo Ivan Konev, impegnate nella offensiva
Vistola-Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento
di Auschwitz.


Adoro il mio umile mestiere.

Lo adoro perchè ogni giorno, ogni attimo, ho la possibilità di conoscere persone straordinarie.

Tutti siamo in qualche modo straordinari, ognuno di noi ha qualcosa da raccontare e una vita da condividere ma tutto ciò non serve

 se non vi è nessuno disposto ad ascoltarci.

La testimonianza delle immagini dona emozioni eterne e risvegliano in noi ricordi legati alla nostra esistenza.

La testimonianza di una foto legata ai nostri ricordi è certamente più forte di quella di una immagine che testimonia la vita di altri,

la nostra vita è sempre più importante di quella degli altri.

Chi vive di cultura e filosofia vive al di sopra di questi pregiudizi. Chi ha fame di conoscenza ha capacità empatiche e vive le emozioni come fossino proprie. Adoro quello che faccio, per me e per la memoria di chi ci sarà.

Immagini collegate: